Costi e gestione del trasferimento di chiamata all'estero - Pagina 2
Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 32

Costi e gestione del trasferimento di chiamata all'estero

  1. #11

    Predefinito

    Grazie della risposta immediata! Se ho capito bene allora, posso essere contento che Tre non faccia pagare, oltre ai € 0,15/min per la ricezione in zona UE, altri €0,46/min per l'inoltro da zona UE al numero italiano.
    Ad ogni modo mi pare ugualmente assurdo che gli operatori possano far pagare due volte. Dal listino la cosa è tutt'altro che evidente.

  2. #12
    Partecipante Logorroico
    Data Registrazione
    Mar 2004
    Località
    Verona
    Messaggi
    2,301

    Predefinito

    Personalmente consiglio sempre di disattivare qualsiasi trasferimento, prima di andare all'estero, inclusi quelli in segreteria condizionati all'occupato ed alla mancata risposta. Meglio una segreteria sul telefono come quella di Advanced Call Manager, per il principio che spendi meno a ricevere che chiamare.

  3. #13
    Il Sire L'avatar di AndreA
    Data Registrazione
    Apr 2003
    Località
    Rignano sull'Arno (FI)
    Messaggi
    26,233

    Predefinito

    in questa discussione (http://www.mondo3.com/forum/copertur...allestero.html) una buona disanima della cosa.

    Visto che torno io stesso da un viaggio all'estero, per l'esattezza in Svizzera, segnalo che NON ho riscontrato problemi nel trasferire tutte le chiamate verso Wind (scelta obbligata visto che H3G tariffa il roaming in CH come se fossi in Nord America mentre Wind lo tiene ai prezzi dell'eurotariffa)

    PS: welecom

  4. #14

    Predefinito

    La (prima) risposta di Tre (come mi aspettavo dopo aver letto la discussione sul tema - grazie AndreA): "in merito alla sua segnalazione le confermiamo che nel caso di trasferimento di chiamata impostato all'estero viene addebitato sia il costo della tratta estera, sia quello relativo alla chiamata su territorio nazionale."
    La mia replica: "la deviazione non è stata impostata all'estero bensì in Italia. Dal tariffario emerge chiaramente che per chiamate ricevute all'estero vengono addebitati € 0,15/min (in zona UE) e che per il trasferimento di chiamata viene addebitato il prezzo di una chiamata al numero impostato per l'inoltro. O l'una o l'altra. Non è possibile ricevere una chiamata se è impostato l'inoltro e viceversa. La prego pertanto di confermare la presenza di un duplice addebito (in funzione di dove è stato impostato l'inoltro?) segnalando dove ciò è specificato nel listino prezzi."
    Ulteriore risposta del servizio clienti: "Anche se la deviazione di chiamata è stata impostata in Italia, chi la contatta, chiama comunque un numero che è all'estero (e quindi il destinatario paga come se avesse ricevuto la chiamata), la chiamata poi viene instradata al numero impostato in Italia."

    Dopo altri esperimenti confermo che l'addebito extra avviene solo se la SIM è registrata, altrimenti niente. Per me la cosa si risolve facilmente accendendo il cellulare con la SIM di Tre solo una/due volte al giorno il tempo necessario a ricevere gli SMS. Ho riscontrato esattamente lo stesso comportamento (e la stessa soluzione) con la mia SIM tedesca (di Vodafone D2).

  5. #15

    Predefinito

    Ho fatto altre sperimentazioni per scoprire che non è (come scrivevo) che l'addebito avviene solo con SIM registrata. Forse uno dei criteri è l'ultimo l'operatore estero con cui la SIM si è registrata. Mistero. Pur trovandomi sempre all'estero (nello stesso posto), non tutte le chiamate inoltrate vengono addebitate due volte.

    Per la cronaca: Al servizio clienti rispondo:
    "Non ritengo accettabile la spiegazione da lei fornita per i seguenti motivi:

    1) E' semplicemente impossibile ricevere una chiamata al cellulare se è stata impostata la deviazione incondizionata. Non credo pertanto possiate addebitare un costo sulla base dell'affermazione che è "come se avessi ricevuto la chiamata".
    2) La deviazione di chiamata incondizionata funziona indipendentemente che il telefono sia acceso o spento. Per inoltrare la chiamata non è pertanto necessario che il mio numero del cellulare sia raggiungibile.
    3) Se il cellulare è spento non vi è modo di stabilire dove si trovi (se all'estero o in Italia).

    Il punto 3) mi porta a farvi presente che la maggior parte degli addebiti contestati riguarda chiamate inoltrate ad un numero italiano mentre mi trovavo in Italia (di ritorno dalla Germania), senza che mi sia preoccupato di accendere il cellulare.

    A prescindere da quanto scritto sopra, ribadisco la mia richiesta di segnalare dove nel listino prezzi sia indicato che nella situazione da me contestata possa avvenire un duplice addebito."

  6. #16

    Predefinito

    La situazione si fa sempre più assurda:

    In seguto alla comunicazione riportata nel mio messaggio del 13/4 ricevo una chiamata dal servizio clienti nella quale l'incaricato di Tre cerca di convincermi che non è sufficiente spegnere il cellulare per evitare la localizzazione all'estero, ma sarebbe anche necessario rimuovere la batteria. Chiedo conferma scritta del fatto che rimuovendo la batteria del cellulare gli addebiti da me contestati sarebbero cessati e ribadisco la richiesta di ottenere un listino prezzi nel quale si specifichi la legittimità dei doppi addebiti.

    Purtroppo ottengo solo questo:

    A seguito della sua richiesta le confermiamo quanto comunicato telefonicamente in data odierna e le comunichiamo che stiamo verificando la sua segnalazione e le forniremo una risposta dettagliata il prima possibile.
    Sono passate due settimana e ancora nulla.

    Per avere un confronto sull'argomento ho chiamato il supporto di Vodafone D2, compagnia con la quale ho un abbonamento che uso in Germania (in modo speculare a quello italiano, ma senza trovarmi i doppi addebiti in bolletta) e che ha risposto immediatamente alla mia domanda fornendomi anche un link. Come specificato qui (purtroppo in tedesco) a pagina 4 nel capitolo intitolato "Trasferimento di chiamata per chi si trova all'estero", il mio caso è descritto così (traduco verbalmente):

    Nel caso del trasferimento automatico, la chiamata in entrata viene trasferita già nella rete Vodafone tedesca al numero da Lei impostato e viene addebitata come normale trasferimento di chiamata interno alla Germania. Ciò significa, ad esempio, che il trasferimento automatico alla Vodafone Mailbox è gratuito.
    Per completezza (non trattandosi del mio caso): Se si volesse usufruire del trasferimento in caso di numero occupato, mancata risposta, non raggiungibile, oppure non disponibile, viene addebitato sia il costo per l'inoltro all'estero, sia il costo per la deviazione in base alle tariffe per chiamate originate all'estero. Fa eccezione la devizione alla segreteria telefonica, che è sempre gratuita all'interno dell'Unione Europea.

    Mentre sono bastati tre minuti per ottenere una risposta esaustiva da Vodafone D2, non sono riuscito a travore nulla di analogo sul sito italiano di Vodafone, TIM e Wind.

  7. #17
    Il Sire L'avatar di AndreA
    Data Registrazione
    Apr 2003
    Località
    Rignano sull'Arno (FI)
    Messaggi
    26,233

    Predefinito

    per paradosso forse la trovi nelle versioni italiane degli operatori svizzeri... almeno in passato ricordavo di cose del genere ben spiegate. Con H3G è dura, il trasferimento di chiamata è argomento pressoché tabù...

  8. #18

    Predefinito

    Sempre per la cronaca:

    Dopo ancora qualche sollecito da parte mia e svariati solleciti al "reparto tecnico" da parte loro, il servizio clienti 3 mi ha comunicato che,
    ad oggi il reparto tecnico non ha ancora fornito risposta al suo quesito
    e che quindi
    abbiamo deciso di darle ragione per ciò che concerne l'errata tariffazione dell'instradamento delle chiamate ricevute all'estero
    .

    Dopo aver incassato il rimborso, ho comunque preferito evitare di ripetere il calvario. Ora, prima di lasciare l'Italia, attivo la deviazione e tolgo la SIM fino a quando non sono di ritorno. In questo modo subisco unicamente la seccatura di non poter ricevere SMS quando sono all'estero. Pazienza.

  9. #19
    Partecipante Mistico L'avatar di SteelBlade
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    308

    Predefinito

    l'unconditional per come viene instradato a livello rete non ci deve passare proprio per l'estero nel caso in cui si trasferisce verso numerazione nazionale italiana in quanto il paging non viene proprio tentato e il numero sui cui si trasferisce viene gestito nell'MSC dell'operatore di appartenenza che ha fatto l'interrogazione all'HLR e da li instradata verso la destinazione nazionale, applicargli una tariffazione diversa quando l'utente all'estero è una forzatura volontaria.

  10. #20
    Partecipante Magico L'avatar di fabio.but
    Data Registrazione
    May 2004
    Località
    Piscina (TO)
    Messaggi
    790

    Predefinito

    Ciao a tutti,la prossima settimana sarò in Egitto e pensavo di fare così. attivo sull'iphone il trasferimento di chiamata incondizionato dalla partenza, mettendolo in modalità aerea per sentire la musica in viaggio e poter utilizzare il wi fi del villaggio, potendo utilizzare internet e mail per comunicare in Italia. Il mio socio ha adottato due volte questa tecnica e non ha mai avuto problemi.
    Avete esperienze in merito^
    dimmi in che pianeta sei, in che canale, ti raggiungo
    vengo con "alice", senza meraviglie, dopo che ho calato un fungo,
    tasti che si muovono alla velocità di un razzo,
    topic aperti a tutti con messaggi del c***o,
    un soffio alla mia collezione mp3 e in vinile,
    nel mio itunes i Mobb Deep, '95, che stile.


    (Stokka & Madbuddy)

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Mondo3 Social